L’Istituto “G. Moscato” ha acquistato, nell’ambito delle attività di “inclusione”, piccoli robot per il coding e lo sviluppo del pensiero computazionale.

I docenti utilizzeranno gli strumenti nell’ambito della programmazione di classe.

Bee-bot ape coding è un robot che permette di esercitare la padronanza della lateralizzazione e di introdurre a piccoli passi i primi aspetti della programmazione. La sua funzione è quella di rinforzare e motivare i bambini nell’apprendimento, anche attraverso attività di drammatizzazione, di disegno e soprattutto di psicomotricità.

Non si tratta di un semplice e banale giocattolo, ma di un vero robot da pavimento che può diventare materia di studio anche per i bambini più piccoli, insegnando loro:  a contare e a familiarizzare con il concetto di aggiungere e/o diminuire; ad apprendere in modo attivo concetti topologici e spaziali ;sviluppare la logica; a mettere in atto le prime esperienze di astrazione.

Il robot è in grado di memorizzare fino a quaranta comandi che gli permettono di muoversi. In base a questa programmazione che procede per tentativi ed errori, si mette in atto un apprendimento attivo e un autoapprendimento significativo da parte del bambino

 

Cocci/coding è un robot a forma di coccinella in grado di introdurre i bambini al pensiero computazionale e ad attività di programmazione di base. Seguendo le schede istruzioni, il bambino deve impostare i comandi corretti sul telecomando, per far procedere la coccinella lungo il giusto percorso sul tappeto a griglia (incluso). Se la programmazione è corretta, la coccinella si ferma sulla casella d’arrivo e le antenne si illuminano dello stesso colore di quel riquadro.